Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Conosci la storia
Il paese risulta di antica origine, anche se le prime notizie attendibili sono soltanto del X secolo. All'epoca della nascita di S.Pietro l'Eremita (ancor oggi considerato il protettore del paese), probabilmente Rocca di Botte era già sede di un monastero basiliano o benedettino. Appartenente nel 1173 a Ottone de Montanea e rimasta a tale famiglia fino alla metà del XIV secolo, Rocca di Botte contava, nei primi secoli del secondo millennio, circa 350 abitanti e possedeva già le chiese di S.Pietro e di S.Biagio ... Vedi sezione STORIA 
 

Stampa la notizia: Conosci la storia

Le Chiese
E' strutturata a tre navate con tre porte d'ingresso, ornate di marmi e riparate da un portico con adito centrale, affiancato da quattro vani a tutto sesto volti a ponente e da un quinto aperto a settentrione. Sugli stipiti campeggiarono in passato due teste di vitello o di toro finemente lavorate, una delle quali ora è murata sulla facciata occidentale della torre campanaria, l'altra finì nello scarico... Vedi sezione  CHIESE E MONUMENTI

Stampa la notizia: Le Chiese

S. Pietro Eremita

Vita di San Pietro Eremita scritta in lingua italiana e in ottava rima, è tramandata dal Pietrantoni nelle due raccolte conservate nell'archivio di S. Maria in Trevi col titolo Vite diverse, et altre memorie di S. Pietro Confessore.  L'autore, che è un poeta di Rocca Di Botte, resta anonimo augurandosi il perdono e una perennità degna del suo patrono. ...Vedi sezione  PERSONAGGI

Stampa la notizia: S. Pietro Eremita

Il Santuario

Tra leggenda di fondazione e storia, le strutture architettoniche, i precedenti cicli pittorici. Petrus e Desiderio, insieme a un anonimo Maestro che convenzionalmente chiamiamo di Farfa, lavorano nel santuario della Madonna dei Bisognosi in Abruzzo (1), posto su un’altura detta Serrasecca in buona esposizione a sud-ovest, verso la sottostante piana del Cavaliere, contornata dai monti Sabini, Carseolani e Simbruini, spartiacque tra i bacini dell’Aniene e del Liri, cerniera tra la Marsica, il Reatino e il Sublacense, non distante dalla Tiburtina-Valeria diretta all’Adriatico. ... Vedi sezione  CHIESE E MONUMENTI

Stampa la notizia: Il Santuario

 

Segnalati

 

Territorio

 
Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane )
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright