Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - PERSONAGGI - San Pietro Eremita - La liturgia del forno

La liturgia del forno
Testi a cura del Prof. Dante Zinanni  maggiori info autore
Il forno a legna sembra oggi storia d'altri tempi, eppure in paese se ne conserva ancora qualcuno come un'eredita sentimentale del passato. Massaie e comari vi si ritrovano come in un nido di serenità e di pace, ove convivono, bellamente confusi insieme, sapore di pane e calore umano. Certamente il forno e il luogo del crogiuolo femminile, ma anche l'evento della settimana, la festa del quartiere. Protagonista principale e la fornaia, cui l'importanza del momento conferisce dignità di regina. 
 
Ella fissa i turni d'impasto e di cottura ed e arbitra obiettiva nelle discussioni e nelle precedenze. La si riconosce a,prima vista: ha capelli grigi dalla cenere e una serie di camicie e sottogonne addosso dal numero imprecisato. A lei compete procurar legna, accendere il fuoco, controllare le temperature, dar via alla cottura, deciderne i tempi. Alle due o le tre di notte da la prima voce d'impastare, poi alle sei quella della cottura con un rito, che può ripetersi anche due o tre volte al giorno nei turni di lavoro del forno. Quando e il momento dell'infornatura del pane, momento di grande epopea, allora con mani e braccia, che il lavoro ha reso dure e resistenti, impala le porzioni di pasta lievitata e, adocchiato l'angolino adatto, ve le fa scivolare con gesto di sollecita esperienza. 
 
E' un piacere assistere alla liturgia del forno dall'impastar la farina, ch'e come impastare la vita, all'odore della massa lievitata nell'aria immobile della casa, al manovrar delle massaie, che tornano dal forno con in capo scifoni pieni di pane dorato. Ma il luogo e anche ritrovo di idee e pettegolezzi: chi freme per l'attesa, chi sollecita, ognuna loda il suo,pane; altre ingannano l'attesa chiacchierando: l'una loda il bel taglio di stoffa della comare, l'altra, memore dell'antica bellezza, ricorda una gioventù di corteggiatori. Cosi nell'ora del forno il pensiero del pane, la festa del paese, gl'immancabili rancori tra famiglie, l'amore per le piccole e grandi cose d'ogni giorno rappresentano gli anelli d'una catena d'usanze e di costumi lunga e ininterrotta. 
 
 

Testi tratti da Pietro Eremita L'uomo della speranza da Rocca di Botte a Trevi
 
 
Sei in: - PERSONAGGI - San Pietro Eremita - La liturgia del forno

 
Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane ) Clicca per approfondimenti ( Terre Marsicane )
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright